facebook
News

 

 

Categorie

 

 

20.11.16

La Carovana Internazionale Antimafie si rimette in viaggio

Dopo la tappa di spostamento Roma-Venezia-Treviso, il furgone ha raggiunto la sua prima vera destinazione – la Baviera – al termine di un viaggio, complicato da una vera e propria tormenta di neve. Da qui al prossimo 12 dicembre saranno oltre 35 giorni di viaggio, con una media di 2 incontri al giorno e più di 20 città attraversate. Mai una Carovana europea è durata così. Merito della Ligue de l’Enseignement che da 5 anni collabora con l’Arci per la realizzazione di questo progetto e che nell’edizione 2016 ha coinvolto ben 10 (rispetto alle 2 iniziali), fra Federazioni territoriali e regionali della sua organizzazione. Alla Ligue si sono aggiunte le organizzazioni Casal de Joves (catalani, al terzo anno in Carovana), Cultura contro la camorra (Belgio) e le associazioni tedesche Mafia nein danke!, Id.e.v. e la Georg Von Vollmmar Akademie. Non è casuale la scelta della tappa di avvio e di quella di chiusura: Monaco e Nizza portano le ferite profonde delle stragi dei mesi scorsi, come Bruxelles e Parigi, che pure saranno mete di questo viaggio. Altre tappe sono programmate in Corsica, a Barcellona, Amburgo, Berlino, Marsiglia e ancora tante città e piccoli centri. Nessuna celebrazione o omaggio alla retorica: la (continua…)

 

17.11.16

Soldi pubblici: dove prenderli, come spenderli

Economia, lavoro, reddito, fisco e finanza, saperi e conoscenza, welfare, ambiente, pace e cooperazione e altraeconomia sono come sempre al centro della contromanovra che guarda più alla salvaguardia dei diritti delle persone e meno all’equilibrio dei conti pubblici, pur rispettando come sempre il principio del pareggio di bilancio. Quest’anno il percorso particolarmente accidentato del Disegno di Legge di Bilancio ha spinto le 47 organizzazioni della campagna ad anticipare la presentazione della contromanovra alla Camera rinviando a dicembre una più approfondita discussione dell’intero Rapporto 2017. Il referendum alle porte sta infatti concentrando l’attenzione del dibattito pubblico e dei media e la legge di bilancio rischia di essere approvata in fretta e furia, senza che sia materialmente possibile un controllo democratico delle scelte economico-finanziarie del Governo. Molte le misure contenute nel Disegno di Legge contestate nella Contromanovra che ne chiede l’abolizione: dagli investimenti  nelle grandi opere e nelle spese per armamenti, ai benefici fiscali non selettivi per le imprese; dal bonus cultura alle erogazioni monetarie una tantum nel settore del welfare (bonus bebè (continua…)

 

06.11.16

Non una di meno!

Il 25 novembre è la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne e il 26 novembre a Roma si terrà un grande corteo che manifesterà la rabbia delle donne contro la violenza e rivendicherà la loro voglia di autodeterminazione su iniziativa di un numeroso gruppo di associazioni femminili che operano in tutto il territorio del nostro Paese. Il 27, sempre a Roma, si terrà una grande assemblea sui temi dell’iniziativa. L’obiettivo è dare vita ad un piano sistemico ed efficace per combattere la violenza condannata a parole e poi tollerata nei fatti. La terribile realtà del femminicidio diffuso in tutto il mondo non è da considerarsi frutto di uno stato di emergenza, ma un fenomeno strutturale che come tale va affrontato. Il femminicidio è solo l’estrema conseguenza della cultura che lo alimenta e lo giustifica. All’aumento delle morti per femminicidio non corrisponde una presa di coscienza delle istituzioni e della società che invece continua a colpevolizzare la donna. La politica non manifesta una concreta volontà di contrastare il problema. Non c’è un piano programmatico adeguato (continua…)

 

01.11.16

Rimini, Strati della Cultura 2016

“Strati della Cultura” è l’appuntamento nazionale che l’Arci organizza ogni anno per confrontare le proprie proposte sulla ‘promozione culturale’ con il mondo delle istituzioni, della politica, della cultura. L’edizione del 2016, intitolata Le voci della Luna, si svolgerà a Rimini dal 3 al 5 novembre, e sarà dedicata a Federico Fellini e Dario Fo. L’appuntamento di quest’anno si concentrerà in particolare su due aspetti del fare cultura. Il primo approfondirà quale sia il valore aggiunto delle azioni culturali promosse dalle associazioni, in particolare approfondendo le potenzialità della forma associativa per le sue caratteristiche intrinseche di inclusione, partecipazione, motivazione, e per la positività del concetto di “non per profitto”, in contrasto con le elaborazioni a volte eccessivamente “mercantili” dell’approccio proposto dall’Unione Europea. Il secondo si interrogherà su cosa vuol dire fare prodotti culturali oggi e quale sia il ruolo dell’artista/autore/produttore nel contemporaneo. Come i luoghi di arte e cultura (biblioteche, musei d’arte contemporanea, teatri pubblici, etc.) possano essere (continua…)