facebook
News

 

Archive for luglio, 2012

Il Forum del Terzo Settore annuncia ritiro da tutti i luoghi di partecipazione istituzionale

30.07.12

 

Il Forum del Terzo Settore, che ha partecipato il 23 luglio al ‘Tavolo permanente fra il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ed il Terzo Settore’ ha annunciato al sottosegretario Guerra che diserterà la VI Conferenza Nazionale del Volontariato in programma ad ottobre a l’Aquila e promossa dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, in collaborazione con l’Osservatorio Nazionale per il Volontariato e con essa tutti i tavoli di confronto e concertazione istituzionali, se il Governo non modificherà il decreto sulla spending rewiew. E’ questa la decisione assunta dal Coordinamento Nazionale del Forum del Terzo Settore, recentemente riunitosi. “Prendiamo drammaticamente atto che la spending rewiew viene usata a pretesto per ridurre gli spazi di democrazia e i momenti di confronto tra società civile e istituzioni e che le decisioni del Governo sembrano andare nella direzione di interrompere di fatto i rapporti con il terzo settore.

(continua…)

L’Arci attiva il numero verde 800999977 contro gli abusi

24.07.12

 

Il recepimento della Direttiva n.52 rappresenta un passo avanti nel difficile rapporto tra le persone di origine straniera e la pubblica amministrazione, con particolare riguardo al mondo del lavoro. È infatti questo lo spazio nel quale, anche secondo i recenti dati pubblicati da UNAR, si realizza la discriminazione più forte nei confronti dei lavoratori e delle lavoratrici migranti. La ragione di questa straordinaria discriminazione sta principalmente nella debolezza e nella ricattabilità del lavoratore, derivante dalla condizione giuridica e dallo squilibrio tra datore di lavoro e lavoratore determinato dalla regole sull’ingresso e soggiorno degli stranieri. Il Decreto che recepisce la Direttiva n.52 definisce finalmente uno strumento concreto per attenuare lo squilibrio che determina la discriminazione, dando la possibilità a chi denuncia il suo sfruttatore di ottenere un permesso di soggiorno, non rischiando, come avveniva fino ad oggi, l’espulsione a seguito dell’apertura di una vertenza.

(continua…)

E’ uscito “ManifestArci”, la voce dell’Arci di Pesaro e Urbino

18.07.12

E’ stato pubblicato “ManifestArci”, la Voce dell’ARCI di Pesaro e Urbino. All’interno del giornale troverete: “Una rivoluzione culturale per uscire dalla crisi”, “Essere socio”, “Radio Network Arci, arriva la web radio di Arci Marche” (pag. 1); “Fare un circolo” (pag. 2); “Premio letterario Italo Calvino” (pag. 3); “I circoli Arci della Provincia di Pesaro e Urbino propongono… Villa Fastiggi, Borgo Santa Maria, Animapopuli, Villa Betti”, “Villa’n’Roll, suoniamo diritti!” (pag. 4/5); “Libera, Coordinamento provinciale”, “Segnala anche tu lo spreco più grande: le spese militari!”, “Campi e Laboratori della Legalità 2012”, “La Carovana Antimafie fa tappa a Pesaro”, “I circoli in sicurezza” (pag. 6/7); “L’Italia sono anch’io, oltre 100mila le firme raccolte”, “L’Arci a fianco della Comunità Senegalese”, “Arci Resist: ora è sempre 25 Aprile”, “Emergenza terremoto, Arci apre il conto corrente per gli aiuti” (pag. 8/9); “BOF – Burattini Opera Festival. Edizione numero 25…nozze d’argento!”, “Centro Estivo tra gioco e crescita socio-affettiva” (continua…)

L’Arci dice no alla soppressione dell’Osservatorio nazionale dell’associazionismo

17.07.12

È di oggi la notizia che il governo, nell’ambito dei tagli previsti dalla spending review, ha deciso di sopprimere l’Osservatorio nazionale dell’associazionismo insieme ad altri organismi collegiali operanti presso la pubblica amministrazione. Un annuncio che suona come una vera e propria beffa, visto che proprio oggi le Commissioni Affari Sociali di Camera e Senato erano chiamate ad emettere il proprio parere sul regolamento di elezione dell’Osservatorio, attualmente in fase di rinnovo. A questo punto la misura è colma. Abolire l’Osservatorio nazionale significa di fatto vanificare l’attuazione della Legge 383/2000 di riconoscimento dell’associazionismo di promozione sociale, un comparto che in Italia coinvolge migliaia di organizzazioni e milioni di persone: cittadini che hanno scelto di impegnarsi in attività di pubblico interesse, dai servizi sociali alla cultura, allo sport, alla tutela dell’ambiente, alla promozione della socialità e della partecipazione civica. Questo mondo rappresenta una risorsa per tutto il paese, che andrebbe riconosciuta e sostenuta dalle istituzioni. Il Governo Monti sta facendo l’esatto contrario, e con la decisione odierna dà un colpo di grazia all’associazionismo che nei mesi scorsi aveva già pesantemente penalizzato con l’abolizione dell’Agenzia per il Terzo Settore. (continua…)

 

Categorie