facebook
News

 

Archive for novembre, 2014

Roma, 4 dicembre: fiaccolata per condannare ogni tipo di violenza

30.11.14

Il prossimo 4 dicembre alle ore 18 una fiaccolata si snoderà dal Colosseo al Campidoglio per condannare con fermezza ogni tipo di violenza, praticare la via del dialogo, avviare concretamente un processo di recupero e riqualificazione delle periferie romane. L’accoglienza dei rifugiati e dei richiedenti asilo, fra i quali molte sono le donne e i minori, è un dovere ineludibile per una società civile e per una comunità degna di questo nome. Non è ammissibile che le diverse comunità di immigrati, in fuga dalle persecuzioni e dalle guerre, non trovino nell’Europa e nello Stato italiano la garanzia prevista dai trattati e dalle normative internazionali. L’inclusione non è un problema di sicurezza: è un problema sociale e come tale va trattato. I fatti di Tor Sapienza sono emblematici da questo punto di vista e rischiano di creare un precedente pericoloso, innescando una dinamica secondo la quale alla violenza si risponde con l’arretramento dello Stato. Viceversa, proprio il ruolo dello Stato e delle istituzioni va (continua…)

Riparte la Carovana Antimafie

12.11.14

Oggi riparte la Carovana Internazionale Antimafie per le tappe francesi: sarà a Tolone, Marsiglia e Nimes. Il tema di questa edizione è quello della tratta degli esseri umani:  ciascuna tappa sarà occasione per condividere idee, informazioni, approfondimenti sui temi affrontati, saldare le esigenze e le proposte dei territori con quelle elaborate nazionalmente, organizzare momenti pubblici di confronto, dare evidenza alle buone pratiche diffuse in tante parti della nostra penisola. In questo percorso, Carovana incontra il progetto internazionale Cartt (Campaign for Awareness Raising and Training to fight Trafficking), articolando il tema della tratta nei diversi aspetti di sfruttamento del lavoro: in Francia nel campo dell’edilizia, in Romania in quello minorile, a Malta nel settore turistico. Segui il viaggio della Carovana: www.carovanaantimafie.eu

L’Arci è solidale e vicina alla coraggiosa famiglia di Stefano Cucchi, che continua la sua battaglia per la verità.

07.11.14

Non si può morire così nelle mani  dello Stato. E uno stato democratico non può consentire impunità. Le perizie parlano chiaro. Stefano è stato pestato e poi lasciato morire senza cure: esponenti delle forze dell’ordine e medici ne sono dunque responsabili.  A meno di non credere che il giovane si sia suicidato adottando uno insolito modo per farlo, procurandosi da solo evidenti segni di percosse che l’hanno sfigurato. Una vicenda, quella di Stefano, che tra l’altro dimostra una volta di più quanto sarebbe urgente introdurre nel nostro ordinamento il reato di tortura. Le dichiarazioni dell’Onorevole Giovanardi e del rappresentante del Sap che affermano che “epilettici o  tossicodipendenti non hanno diritto al rispetto e alla vita”, dimostrano quanto  degrado si annidi all’interno delle nostre  istituzioni e nei loro rappresentanti. Comunicato tratto da www.arci.it

“Premio Falcone” alla Carovana Internazionael Antimafie

03.11.14

Verrà assegnato alla Carovana Internazionale Antimafie nella persona del suo coordinatore Alessandro Cobianchi il prestigioso ‘Premio Falcone’. La consegna del premio è prevista per il prossimo 4 novembre, a Strasburgo, in occasione del Forum Mondiale della Democrazia dove più di un migliaio di persone – capi di stato, opinion maker, attivisti della società civile, rappresentanti delle imprese, del mondo accademico, dei media e dei gruppi professionali provenienti da circa cento paesi – si incontreranno per cercare di determinare in che modo le democrazie possono rispondere alle attese dei cittadini.

 

Categorie