facebook
News

 

Archive for aprile, 2015

Di fronte ad un’altra tragedia del mare, l’UE si sottrae alle sue responsabilità

29.04.15

In mezzo allo sgomento e alla rabbia provocata dalla tragica morte di più di 900  persone fra i quali tanti rifugiati in fuga da guerra e persecuzioni in Siria, Eritrea, Somalia e Libia, il Consiglio Europeo ha tenuto un summit di emergenza. Dopo un minuto di silenzio di cordoglio per queste prevedibili morti, i leader UE sono tornati ai soliti affari. La Rete Euromediterranea per i Diritti Umani deplora che le sue raccomandazioni non siano state prese minimamente in considerazione nelle conclusioni del Consiglio, che non sono all’altezza né politicamente né moralmente della situazione. Di fronte a tragedie umane, la UE sembra più determinata che mai a rafforzare il suo controllo, a proseguire le deportazioni e persino ad aumentare la cooperazione militare. Invece di rafforzare le operazioni di ricerca e soccorso nel Mediterraneo per salvare più vite, i leader europei hanno triplicato i fondi per l’Agenzia di controllo delle frontiere Frontex, che non è una agenzia di ricerca e soccorso, perché operi attraverso Triton e Poseidon, senza definire le aree di mare coperte. Dimenticando le ragioni reali che spingono persone disperate a rischiare le loro vite in mare, i leader europei si sono impegnati a reprimere i trafficanti e a distruggere le loro barche. Ma i trafficanti non sono la causa, sono la conseguenza della (continua…)

Ora è sempre Resistenza

24.04.15

Siamo a settant’anni dalla Liberazione, dalla dittatura fascista e dall’oppressione straniera nazista. E l’antifascismo, propulsore e guida politica e morale della Resistenza e della guerra di Liberazione, ha più storia. L’evento, la fine della guerra e la conquista della pace, dell’unità nazionale, della libertà e della democrazia, segnano l’avvio della nostra storia contemporanea. Tutto si condensa nella Costituzione. Nei suoi valori. Nei suoi principi. Nel suo progetto di convivenza civile, coesione sociale, di libertà e giustizia e di trasformazione repubblicana. Il 25 aprile del Settantesimo è dunque carico della memoria di anni di tragedia, di storia e di riflessioni sul presente. E deve essere una festa, come si fece nel ’45. Certo i moniti non devono mancare. Perché nei settanta anni del nostro cammino, il progetto di democrazia e società della Costituzione, ha incontrato ed ancor oggi incontra i triboli propri dell’inadempienza, dell’elusione quando non del suo stravolgimento. Ma soprattutto perché è urgente oggi riprendere, con determinazione, quel cammino per una Liberazione: dalla crisi economica sociale che ci attanaglia, dalle disuguaglianze insopportabili, dalle guerre con le miserie disumane che innescano oltre che dalla pressante necessità di pulizia etica e morale che viviamo quotidianamente (continua…)

G8 Genova: alla scuola Diaz fu tortura, condanna l’Italia

07.04.15

La Corte europea dei diritti umani ha condannato il nostro paese non solo per le violenze e torture commesse nel 2001 dalle forze dell’ordine alla Diaz, ma anche per la mancanza di una legislazione adeguata a punire il reato di tortura. La proposta di legge che introduce questo tipo di reato è all’esame del Parlamento da più di due anni. Qualsiasi rinvio non è più accettabile. Quel che è successo a Genova resta, per chi vi ha partecipato e per il nostro sistema democratico, una ferita aperta e insanabile. Non può quindi essere dimenticata. Per questo da anni chiediamo verità e giustizia. Lo dobbiamo alle vittime della repressione e alle loro famiglie, lo dobbiamo alla salvaguardia della democrazia nel nostro paese. Perché non possa mai più accadere. Il tempo è adesso.

Un’altra Difesa è possibile!

02.04.15

Sabato 11 Aprile il Circolo Arci “Artigiana” (Fano, Via Mariotti 41) propone una serata interamente dedicata alla pace e alla nonviolenza a sostegno della raccolta firme per la proposta di legge popolare per l’istituzione di un Dipartimento di Difesa Civile NON ARMATA e NON VIOLENTA. In collaborazione con il Circolo Allende Fano, Anpi Fano Leda Antinori ed Emergency Fano: ore 20.00 CENA SOCIALE (vegetariano su richiesta); ore 22.00 DJSET by VOLUMETRICAVISION (funk-soul-afrobeat-surf-twist-boogaloo). Ingresso riservato ai soci Arci.

 

Categorie